L’evoluzione del bisogno di traduzione?

Sapevate che la traduzione è utilizzata fin dai tempi della Mesopotamia?

Il poema sumero Gilgamesh fu tradotto nelle lingue asiatiche nel secondo millennio a.C. Più tardi, i poeti romani tradussero i testi greci antichi e li adattarono in opere letterarie.

Quando Internet è entrato nella nostra vita è stato anche una forza trainante nella crescita e nell’espansione della traduzione in tutto il mondo.

Ha infatti rivoluzionato il modo di accedere al mondo, rendendo necessaria la traduzione per essere compresi da tutti.

Grazie allo sviluppo digitale e alla crescita del commercio internazionale, la traduzione è diventata una parte indispensabile della nostra vita. Quasi ogni oggetto o dispositivo che usiamo viene tradotto, per esempio le istruzioni per l’uso o l’interfaccia utente di un oggetto.

Quante volte avete chiuso un sito web perché non era nella vostra lingua e non lo capivate?

Quante volte vi siete lamentati di istruzioni d’uso o di montaggio che non erano chiare nella vostra lingua?

Il bisogno di traduzione si è certamente evoluto, ma è ancora più diffuso che nell’antica Grecia. Anche oggi ci troviamo di fronte a una nuova rivoluzione: l’arrivo dell’intelligenza artificiale, che collega sempre di più gli strumenti quotidiani (frigoriferi, smartphone, allarmi, ecc.).

Si dice che la macchina supererà presto l’uomo, ma è così anche per la traduzione?

In un mondo multilingue dove gli scambi sono sempre più frequenti, la traduzione sta diventando un fattore chiave non solo per l’economia, ma anche per le società e, in generale, per l’evoluzione della nostra civiltà.

This post is also available in: Cinese semplificato Inglese Francese Tedesco Arabo Russo Spagnolo Portoghese, Portogallo